Come pulire la macchina del caffè

come pulire la macchina del caffè

Prendersi cura della propria macchina del caffè è indispensabile perché quest’ultimo risulti sempre un piacere. Dalla pulizia della macchina dipende il gusto di un buon caffè.

Devi sapere che bastano pochi accorgimenti, ripetuti poche volte l’anno, perché questa bevanda risulti sempre ottima. Ecco alcuni utili consigli su come pulire la macchina del caffè. 

Vediamo come pulire la macchina del caffè

Ci sono tantissimi metodi per pulire le macchine del caffè: dai metodi antichi della nonna  all’impiego di tavolette decalcificanti apposite in grado di mantenere effetti anticalcare nel lungo tempo.

E’ buona norma effettuare una manutenzione ogni 300 caffè erogati o comunque, in linea teorica, procedere circa ogni tre-quattro mesi con la decalcificazione.

Il procedimento di manutenzione prevede dei passaggi molto comuni e semplici, compatibili con le migliori marche di capsule e cialde in circolazione.

L’accorgimento principale, che può sembrare banale, è quello che prevede di spegnere la macchina del caffè prima di effettuare qualsiasi tipo di pulizia e di attendere che si sia raffreddata.

A questo punto puoi procedere rimuovendo il filtro anticalcare e il serbatoio che contiene l’acqua e puoi lavare tutte le parti smontabili sotto l’acqua corrente, aiutandoti con una spazzola a setole morbide.

Occorre eliminare qualsiasi residuo di caffè. Con un panno pulito e asciutto procedi ad asciugare tutte le parti precedentemente lavate.

Arrivato a questo punto puoi passare alla manutenzione della macchina vera e propria. Ti consigliamo di non utilizzare sgrassanti aggressivi; puoi utilizzare poco sapone di Marsiglia disciolto in acqua tiepida.

Passa il panno umido su tutta la superficie esterna della macchina per renderla splendente. Adesso non ti resta che asciugare l’esterno e rimontare tutti i pezzi.

Come decalcificare la macchina del caffè

Le macchine da caffè, sia in cialde che in capsule, hanno il difetto di accumulare molto calcare. In questo caso è consigliabile utilizzare un ottimo prodotto decalcificante per ovviare al problema.

La periodicità della decalcificazione dipende anche dalla durezza dell’acqua; informati bene sulla tipologia di acqua che viene erogata nella tua abitazione.

Esistono vari metodi per decalcificare le macchine del caffè, sia tramite pastiglie anticalcare sia tramite metodi naturali.

Eliminare il calcare con pastiglie decalcificanti

Un decalcificante sotto forma di pastiglie ti permette, ad un prezzo veramente irrisorio, di prenderti cura della tua macchina del caffè in caso tu non volessi procedere con metodi più casalinghi.

Il procedimento in questo caso è molto semplice: sciogli, direttamente nel serbatoio, una pastiglia in 500 ml di acqua tiepida e mescola in modo che la tavoletta sia completamente disciolta. A questo punto accendi la macchina e fai erogare l’acqua in quantità uguale a circa due tazze grandi.

Ripeti l’operazione ogni 10 minuti, sempre riempiendo due tazze grandi, fino a quando tutta la soluzione non si sarà esaurita nel serbatoio.

Una volta finito questo passaggio estrai il serbatoio, lavalo in modo accurato e riempilo d’acqua. Riposizionalo sulla macchina e procedi con con 4-5 erogazioni a intervalli di due minuti, per svuotare nuovamente tutta l’acqua contenuta nel serbatoio.

Questo ti aiuterà a sciacquare e ripulire tutti i circuiti interni.

Eliminare il calcare con metodi casalinghi

Ci sono poi alcuni rimedi naturali per eliminare il calcare dalla macchine del caffè, da utilizzare quando, per esempio, non hai a disposizione pastiglie in casa.

Puoi utilizzare sia acido citrico che aceto.

Decalcificare con acido citrico

Sciogli l’acido citrico nell’acqua (180 grammi per ogni litro di acqua) e versala nel serbatoio della macchina del caffè.

A questo punto aziona la macchinetta per 20 secondi; ripeti questa operazione ogni 15 minuti, sino a quando non verrà esaurita tutta la soluzione nel serbatoio.

Come per le pastiglie decalcificanti, è necessario poi sciacquare il serbatoio dell’acqua, riempirlo con dell’altra e procedere con altre erogazioni sin quando non sarà completamente esaurita. Si consiglia di fare un paio di caffè con delle cialde o capsule di recupero già utilizzare per eliminare tutti i residui di acido citrico.

Decalcificare con aceto

Un aiuto contro lo sporco e i sedimenti di calcare è certamente l’aceto. E’ uno degli elementi consigliati per decalcificare la macchina del caffè con i metodi naturali.

Occorrono un litro di aceto e un contenitore abbastanza capiente. Posiziona il contenitore sotto i filtri della macchine del caffè, ossia nel posto che generalmente viene occupato dalle tazzine quando prepari il caffè. A questo punto svuota la vaschetta dell’acqua e riempila con mezzo litro di aceto puro, non diluito; accendi la macchinetta e fai fuoriuscire tutto l’aceto.

Ripeti questa operazione con un altro mezzo litro di aceto puro.

Esegui poi un’ultima erogazione con dell’acqua tiepida, meglio se distillata, che andrà a sciacquare i circuiti e andrà a togliere eventuali residui di aceto e quindi eviterà uno spiacevole sapore del caffè.

Adesso la tua macchina del caffè espresso è praticamente come nuova. Non dimenticare di eseguire la pulizia periodicamente per assicurare un corretto funzionamento nel tempo. 

Contatta DI FAZIO per ulteriori info

Vuoi maggiori informazioni sui nostri prodotti o servizi? Hai una domanda per noi? Contattaci allo 085 4170427 o via mail all’indirizzo info@difazioservice.it. Vieni a trovarci nel nostro punto vendita di Montesilvano, in Via Verrotti 226.

1 Comment

  1. […] in modo particolare il calcare. Già abbiamo parlato delle varie metodologie da usare in un articolo precedente. Questa volta ti sveleremo se sia meglio impiegare prodotti naturali o decalcificanti a […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.